Tensioni sui mercati sventate.Si torna alla normalità

I futures azionari statunitensi sono progrediti giovedì mentre le azioni sono aumentate in Europa e Asia, estendendo un rally di rilievo dopo che l’America e l’Iran sembravano arretrare da un conflitto militare più profondo. Lo yen e l’oro sono diminuiti, il petrolio si è stabilizzato dopo un tuffo e la sterlina si è ritirata.

I contratti S&P 500 indicavano ulteriori guadagni a Wall Street un giorno dopo che la scala sottostante era salita quando le misurate osservazioni del presidente Donald Trump sull’Iran suggerivano che le tensioni si stavano allentando. L’indice Stoxx Europe 600 è aumentato per la terza sessione con l’aumento di tutti i principali benchmark nazionali. I principali indicatori in Asia si sono tutti ripresi man mano che le obbligazioni della regione sono diminuite.

La sterlina è scesa al minimo in due settimane dopo che il governatore della Banca d’Inghilterra Mark Carney ha affermato che i politici stanno discutendo sul merito di ulteriori stimoli. I Gilts sono saliti più in alto, anche se la maggior parte dei titoli di stato europei è scivolata dopo il crollo del Tesoro mercoledì. Il greggio ha fluttuato dopo essere sceso ai livelli osservati l’ultima volta prima dell’attacco aereo statunitense che ha ucciso un alto generale iraniano.

L’oro punta per il primo calo consecutivo da novembre a causa del calo delle tensioni geopolitiche
Sono state le montagne russe a partire dal 2020 per i mercati globali, poiché gli investitori sono alle prese con l’uccisione americana del leader militare iraniano e le sue conseguenze. Mercoledì hanno visto precipitare le attività a rischio, poi recuperare tra i segnali di entrambe le parti, non c’è desiderio di un’ulteriore escalation. I paradisi e il petrolio sono saliti prima di invertire.

Se la relativa calma geopolitica rimane tale, consentirà agli operatori di concentrarsi sul prossimo indizio sulla salute della più grande economia del mondo, che arriverà con il rapporto sui lavori non agricoli degli Stati Uniti venerdì.

“Il contesto rimane favorevole per le azioni”, ha detto a Bloomberg TV Mona Mahajan, stratega degli investimenti presso Allianz Global Investors. “Bassi tassi, bassa inflazione e bassa crescita. Un leggero ricciolo d’oro in molti modi. “

Antonio

Laureato in Economia e Commercio svolge l'attività di financial trader indipendente dal 2007.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

1
×
Ciao se ti serve assistenza puoi contattarmi qui!