Cosa sono i PIPS?

Cosa sono i PIPS?

Cosa sono PIPS?

Le valute sono negoziate con un sistema prezzo/punto (pip). Ogni coppia di valute ha il proprio valore pip.

Quando vedi una quotazione FOREX, vedrai qualcosa di simile a questa:

EUR/USD 1.2210/13

Spiegazione:

a) Se si desidera ACQUISTA la coppia EUR/USD ( cioè ACQUISTA EUROS e VENDI US$ ) si acquistano 100.000 EUROS e si vendono 122.130 US$, o in altre parole si riceve
122.130 US$ per 100.000 EUROS.

B) Se si vuole Vendere la coppia EUR/USD ( cioè Vendere EUROS e ACQUISTA US$ ) si acquistano 122.100 US$ e si vendono 100.000 EUROS, ovvero si ricevono 100.000 EUROS per 122.100 US$.

La differenza tra il prezzo d’offerta e il prezzo richiesto viene chiamata spread. Nell’esempio precedente, lo spread è di 3 o 3 pips.

Poiché il dollaro USA è il fulcro del mercato FOREX, esso è normalmente considerato la valuta di base per le quotazioni. Nelle “Majors”, questo include USD/JPY, USD/CHF e USD/CAD. Per queste e molte altre valute, le quotazioni sono espresse come unità di $1 USD per la seconda valuta quotata nella coppia.

Ad esempio, una quotazione di USD/CHF 1.3000 significa che per un dollaro USA si ricevono 1,30 franchi svizzeri, ovvero 1,30 franchi svizzeri per ogni dollaro USA.

Quando il dollaro statunitense è l’unità di base e la quotazione di una valuta sale, significa che il dollaro si è apprezzato in valore e l’altra valuta si è indebolita. Se la quotazione USD/CHF di cui sopra sale a 1.3050, il dollaro è più forte perché ora comprerà più franco svizzero di prima.

Le tre eccezioni a questa regola sono la sterlina britannica (GBP), il dollaro australiano (AUD) e l’euro (EUR). In questi casi, potresti vedere una quotazione come EUR/USD 1.2080, il che significa che per l’EURO ricevi 1.2080 dollari USA.

In queste tre coppie di valute, dove il dollaro USA non è il tasso di base, una quotazione crescente significa un dollaro che si indebolisce, poiché ora ci vogliono più dollari USA per uguagliare un euro, una sterlina britannica o un dollaro australiano.

In altre parole, se la quotazione di una valuta aumenta, questo aumenta il valore della valuta di base. Una quotazione più bassa significa che la valuta di base si sta indebolendo.

Le coppie di valute che non coinvolgono il dollaro USA sono chiamate valute incrociate, ma il calcolo è lo stesso. Per esempio, una quotazione di EUR/JPY 134.50 significa che un euro è pari a 134.50 yen giapponesi.

Come comprare (“LONG”) e vendere (“SHORT”) nel mercato FOREX?

Tenete a mente 2 regole molto importanti:

REGOLA # 1) Taglia le tue operazioni in perdita e lascia che le tue operazioni vincenti corrano.

SI AVRANNO DEGLI SCAMBI PERDENTI? Ogni trader di FOREX li ha. Il segreto è che un trader coerente e disciplinato, alla fine della giornata, aggiunge più operazioni vincenti che operazioni perdenti.

Quando vedete sui vostri grafici, senza dubbio, che siete in un’operazione in perdita, non continuate a perdere soldi. La maggior parte dei trader alle prime armi stanno abbassando il loro stop loss solo per “dimostrare che hanno ragione” o “sperando che il mercato si inverta”. Il 99% di queste operazioni, stanno finendo con più perdite. La maggior parte delle operazioni redditizie sono di solito “giuste” immediatamente.

Ricordate, i trader intelligenti sanno che ci sono molte altre opportunità. Taglia le tue perdite a breve e fai correre le posizioni vincenti.

REGOLA 2) NON COMMERCIARE MAI NEL FOREX senza effettuare un ordine Stop Loss.

Inserire un ordine STOP, proprio insieme al vostro ordine di entrata, tramite la vostra stazione di trading online, per prevenire potenziali perdite.

Prima di iniziare qualsiasi operazione di trading, devi calcolare a quale punto (prezzo) ti sbaglieresti, perché il mercato ha cambiato direzione, e vorresti ridurre le tue perdite.

Per realizzare profitti, nel FOREX, un trader può entrare nel mercato con una posizione di acquisto (nota come posizione “lunga”) o una posizione di vendita (nota come “short”).

A titolo di esempio, supponiamo che tu stia studiando l’EURO. L’EURO è accoppiato prima con il dollaro USA o USD.

I vostri metodi di trading, regole, strategie, ecc. vi dicono che l’EURO sarà in rafforzamento nelle prossime 2 settimane, quindi comprate la coppia EUR/USD, il che significa che comprerete contemporaneamente EUROS, e vendereste dollari).

Aprite il vostro eccellente software di trading station e vedete che la coppia EUR/USD è in corso di negoziazione:

EUR/USD: 1.2010/1.2013

Dal momento che ritenete che il prezzo di mercato per la coppia EUR/USD aumenterà, entrerete in una posizione di compratore nel mercato.

A titolo di esempio, diciamo che avete acquistato un lotto EUR/USD al 1.2013. Finché rivendi la coppia ad un prezzo più alto, allora fai soldi.

Per illustrare un tipico trade FX SELL, considera questo scenario che coinvolge la coppia valutaria USD/JPY:

Ricorda Selling (“going short”) la coppia valutaria implica la vendita della prima valuta di base e l’acquisto della seconda valuta di quotazione. Si vende la coppia di valute se si ritiene che la valuta di base (USD) scenderà rispetto alla valuta di quotazione (JPY), o, in modo equivalente, che la valuta di quotazione (JPY) salirà rispetto alla valuta di base (USD).

COME CALCOLARE IL PROFITTO O LA PERDITA?

I calcoli del profitto, sullo scenario del commercio a breve termine qui sotto, può sembrare un po ‘complicato se non siete mai stati nel mercato FOREX prima, ma questo processo è continuamente calcolato attraverso la vostra stazione di negoziazione broker (software). Vi mostro questo processo qui sotto in modo da poter vedere come potrebbe verificarsi un profitto.

L’attuale prezzo bid/ask per USD/JPY è 107.50/107.54, il che significa che puoi comprare $1 US per 107.54 YEN, o vendere $1 US per 107.50 YEN.

Supponiamo di pensare che il dollaro USA (USD) sia sopravvalutato rispetto allo YEN (JPY). Per eseguire questa strategia, dovresti vendere dollari (comprando contemporaneamente lo YEN), e poi aspettare che il tasso di cambio aumenti.

Il tuo trade sarebbe il seguente: vendi 1 lotto USD (US $100.000) e compri 1 lotto JPY (10.754.000 YEN). (Ricordate, con un margine dello 0,25%, il vostro deposito iniziale di margine per questa operazione sarebbe di $ 250.)

Come previsto, USD/JPY scende a 106.50/106.54, il che significa che ora è possibile acquistare $1 US per $106.54 YEN giapponesi o vendere $1 US per 106.50.

Dato che sei short in dollari (e sei long YEN), ora devi comprare dollari e rivendere lo YEN per realizzare qualsiasi profitto.

Compri 100.000 dollari USA al tasso corrente USD/JPY di 106,54, e ricevi 10.654.000 YEN. Dal momento che originariamente acquistato (pagato per) 10.754.000 YEN, il vostro profitto è di 100.000 YEN.

Per calcolare il tuo P&L in termini di dollari USA, dividere 100.000 per l’attuale tasso USD/JPY di 106,54

Utile totale = 938,61 dollari USA

Antonio

Laureato in Economia e Commercio svolge l'attività di financial trader indipendente dal 2007.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

1
×
Ciao se ti serve assistenza puoi contattarmi qui!