Petrolio alle stelle con le tensioni USA IRAN

Il prezzo del petrolio aumenta bruscamente dopo l’attacco americano al terminal merci dell’aeroporto di Baghdad stasera, in cui il generale iraniano Qassem Soleimani e il suo consigliere, Abu Madhi al-Muhandis, capo delle milizie, hanno perso la vita irachena.

Secondo fonti del Pentagono, l’operazione è stata ordinata dal presidente degli Stati Uniti Donald Trump stesso, senza che il Congresso se ne rendesse conto. L’attacco arriva in risposta alle tensioni degli ultimi giorni: domenica gli Stati Uniti hanno condotto cinque attacchi contro le basi militari delle milizie di Hezbollah Kataib in Siria e In Iraq, provocando la reazione del popolo che, tra mercoledì e giovedì, protestò e cercò di attaccare l’ambasciata degli Stati Uniti a Baghdad.

Trump ha accusato l’Iran di sostenere la violenza, minacciando forti ripercussioni in caso di danni a edifici o persone. Stasera, l’attacco all’aeroporto di Baghdad ha provocato la morte del generale Soleimani, una figura chiave nell’esercito iraniano e architetto della sua riorganizzazione, che ha rapidamente affermato il ruolo dell’Iran sulla scacchiera mediorientale e internazionale.

Che succede adesso?
Si teme ora un’escalation di violenza in Medio Oriente, con l’opposizione tra Stati Uniti, Israele e Arabia Saudita da un lato, Iran e Iraq dall’altro.

Il leader supremo iraniano, l’ayatollah Khamenei, ha già minacciato la vendetta, anche se ora sorge il problema della consegna all’interno dell’esercito. Soleimani ha condotto le operazioni militari dell’esercito iraniano negli ultimi 20 anni ed è stato considerato come una celebrità in Iran: ha guidato le Guardie Rivoluzionarie, distinguendosi al momento dell’invasione dell’Iran da parte degli Stati Uniti nel 2003 come capo della Forza Quds (cellula di l’esercito iraniano che si occupa di operazioni all’estero), assumendo poi un ruolo di primo piano nel 2011 in Siria, quando l’Iran si è schierato con il presidente siriano Assad.

Ora, la situazione minaccia di diventare più calda. L’ambasciata degli Stati Uniti a Baghdad ha invitato i cittadini statunitensi in Iran a lasciare il paese.

Quali sono le relazioni tra Iran e Stati Uniti?
Il presidente iraniano Rouhani ha anche detto che l’Iran procederà con rinnovata energia nella resistenza contro gli Stati Uniti, sostenuta dagli alleati iracheni – il portavoce delle forze di mobilitazione popolare irachene (PMF), Ahmed al-Assadi, ha accusato gli Stati Uniti e Israele attacco.

Antonio

Laureato in Economia e Commercio svolge l'attività di financial trader indipendente dal 2007.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

1
×
Ciao se ti serve assistenza puoi contattarmi qui!