Borsa cauta oggi 16-01-2020

Mercati azionari del Vecchio Continente sempre in attesa della firma dei primi accordi degli accordi commerciali tra Cina e Stati Uniti, previsti con borse europee praticamente chiuse: Londra, Parigi e Francoforte ondeggiano intorno alla parità, con Milano alcune frazioni più pesanti in calo con l’indice Ftse Mib dello 0,4%. Il calo di Atlantia si è ampliato, con il titolo che sui timori di revoca delle concessioni autostradali riguardanti la controllata Aspi, è arrivato a perdere oltre tre punti percentuali e mezzo ad una sessione minima di 20,22 euro. Anche Salvatore Ferragamo era ancora debole, vendendo il due per cento, in linea con la lista generale Eni e Mediaset, in aumento del 3% Banca Generali e Moncler, la prima spinta anche dal finanziamento di dicembre, la seconda di nuovo da un rapporto UBS.

Antonio

Laureato in Economia e Commercio svolge l'attività di financial trader indipendente dal 2007.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

1
×
Ciao se ti serve assistenza puoi contattarmi qui!