Bitcoin nuovo bene rifugio?

La reazione di Teheran all’uccisione del generale Qassem Soleimani venerdì scorso con un raid aereo americano non è stata lunga in arrivo, e stasera, più di una dozzina di missili hanno colpito le basi statunitensi a Erbil, in Iraq.

L’instabilità si è riversata sui mercati, con gli investitori che cercano di proteggersi da attività più rischiose, tornando ad asset rifugio: oro, petrolio, yen. Allo stesso tempo, però, aumenta anche il prezzo del bitcoin, che in pochi giorni ha subito un aumento del 15,59%, raggiungendo 8.255,70 dollari.

Quando è iniziato il trend rialzista?
Ora sembra chiaro che questo aumento è una risposta al timore di un’escalation di violenza in Medio Oriente.

Tali aumenti elevati non sono stati osservati dall’aprile 2019. Solo dall’inizio di gennaio, il valore del bitcoin è aumentato di circa 1.000 dollari. Tuttavia, considerando un periodo più lungo, come gli ultimi cinque mesi, c’è per lo più una tendenza ribassista, con un crollo alla fine di settembre che aveva fatto precipitare la criptovaluta a 7.300 dollari – un movimento che è continuato per quasi tutto il mese di ottobre , fino a quando non è tornato al 9.500 dollari di superficie: un aumento di oltre il 33% in 72 ore, che ha fatto raggiungere 9.384 dollari.

Tuttavia, il fenomeno osservato è piuttosto quello di una corsa al bitcoin come un bene rifugio, quasi alla pari con l’oro e il petrolio.

Qualcosa di simile era già accaduto nel 2018, nel momento in cui gli attriti tra Cina e Stati Uniti in relazione alla guerra commerciale avevano cominciato a diventare più forti. Quella volta il bitcoin aveva raggiunto 14 mila dollari, prima di scendere ai livelli che avrebbe poi mantenuto per tutto il 2019.

Al momento, la capitalizzazione di bitcoin ammonta a un totale di 144,7 miliardi di dollari, secondo CoinMarketCap, che sottolinea anche come al giorno il volume di trading della criptovaluta più famosa ha raggiunto (virtualmente) 27 miliardi di dollari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.