Bande di bollinger perchè sono importanti

Le bande di Bollinger ti aiuteranno a prevedere grandi mosse di tendenza del mercato, ad agire su grandi inversioni di tendenza e, infine, a scambiare posizioni di tempo con maggiore precisione per profitti maggiori.

Qui abbiamo legato le bande di Bollinger ai mercati valutari (in quanto è qui che sono più utili) – ma sono utili in tutti i mercati finanziari.

Cosa sono le bande di Bollinger?

Sviluppate da John Bollinger, le bande di Bollinger sono bande di volatilità disegnate attorno a una media mobile semplice.

Calcola le bande di Bollinger usando la deviazione standard del prezzo nello stesso periodo delle medie mobili e tracciata come linee sopra e sotto la media mobile.

Poiché le medie mobili sono state tradizionalmente utilizzate per identificare la tendenza sottostante, le bande di Bollinger combinano questo con la volatilità del singolo mercato (o la deviazione standard) – per tracciare un trend di negoziazione.

La distanza tra le bande Bollinger superiore e inferiore riflette la volatilità del mercato negoziato.

Man mano che i prezzi si allontanano dalla media a lungo termine, la deviazione standard aumenta – e quindi le bande fluttueranno in quantità variabili, lontano dalla media.

Perché funzionano le bande di Bollinger

In qualsiasi mercato, il valore della valuta scambiata tende ad aumentare lentamente nel lungo periodo.

I prezzi possono salire a breve termine, ma torneranno normalmente alla media mobile a più lungo termine (la banda centrale), che rappresenta un valore realistico.

La volatilità delle bande esterne ci dà quindi un’indicazione di quanto siano volatili i prezzi e di quanto sia distante il valore dal valore a lungo termine.

La maggior parte dei picchi di prezzo sono causati tanto dalla psicologia del trader, quanto dal contesto della domanda e dell’offerta – e questo scenario si riflette nel concetto di bande di Bollinger.

Perché le bande di Bollinger sono così utili?

Le bande di Bollinger svolgono tre funzioni principali per gli operatori:

1. Individuare un breakout e una nuova tendenza

I mercati si muovono tra intervalli di negoziazione a bassa volatilità, verso movimenti di tendenza ad alta volatilità.

Quando un mercato effettua negoziazioni in un intervallo ristretto, le bande di Bollinger si restringono insieme e questo mostra un mercato con una volatilità estremamente bassa – tuttavia questo è un avvertimento che è probabile che seguirà una tendenza al rialzo della volatilità.

Quando i prezzi si rompono sopra o sotto la fascia superiore o inferiore, ciò indica che si stanno sviluppando un breakout e una tendenza: i trader prenderanno quindi una posizione nella direzione del breakout e proveranno a guidare la tendenza.

2. Livelli di immissione dei tempi in una tendenza

Sappiamo tutti che le tendenze valutarie a lungo termine durano mesi o anni, ma dobbiamo raggiungere il miglior livello di rischio / rendimento.

Le bande di Bollinger ti aiuteranno ad entrare nel trend.

Tutto quello che devi fare è guardare i passaggi verso la fascia centrale – ed entrare nella direzione del trend – è davvero così semplice!

Per programmare le voci con maggiore precisione e filtrare le interruzioni “false”, si consiglia di utilizzare un indicatore come lo stocastico, per confermare lo spostamento.

3. Individuazione di un inversione di mercato

Quando il prezzo tocca la parte superiore della banda, viene generata una vendita e i prezzi dovrebbero tornare alla media, o alla fascia media mobile media.

Se il prezzo tocca la parte inferiore della banda, i trader possono acquistare una valuta, supponendo che sia ipervenduto e torneranno indietro verso la parte superiore della banda.

La spaziatura, o larghezza della banda, dipende dalla volatilità del mercato, ma fornisce agli operatori una chiara indicazione di dove andranno i prezzi e quando entrare.

Una parola di cautela!

Le bande di Bollinger sono uno strumento utile, ma devono essere combinate con altri indicatori, come con ogni singolo indicatore, non devono essere utilizzate separatamente.

Riteniamo personalmente che le bande di Bollinger debbano essere utilizzate con i grafici di base, per ottenere un quadro generale – e il miglior indicatore di temporizzazione è lo stocastico come detto, per filtrare i segnali “falsi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.